Archivi tag: Arte

“Notte D’Arte – La cultura sveglia!”

Finalmente ecco la Notte Bianca a Napoli: “Notte D’Arte”, lo slogan per questo imperdibile evento napoletano, previsto per sabato 15 dicembre, organizzata dalla Seconda Municipalità del Comune di Napoli con la Camera di Commercio, la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale di Napoli, Accademia delle Belle Arti, Arcidiocesi e diverse realtà istituzionali.

notte-d'arte-napoli-centro-storico-2municipalità-comune-napoli-azalea-wordpressChiese, musei, negozi e metropolitana aperti dalle 18 alle 3 di notte; previsti percorsi tra arte, cultura, musica e shopping tra i decumani, parate e carri per le vie del centro antico, spettacoli di artisti di strada.

Ci sarà veramente da rimanere svegli fino all’alba per seguire tutte le manifestazioni organizzate eppure, per il vasto programma stilato, il tempo sembrerà breve!
L’evento tanto atteso dal popolo napoletano che, in precedenza, ha visto come protagonista della Notte Bianca solo la zona Vomero nei mesi precedenti, adesso ecco la notte del centro storico di Napoli del 15 dicembre popolarsi e animarsi in spettacoli artistici, programmi culturali, mostre, musei, chiese aperte al pubblico solo per quest’evento di maggior calibro.

«La città è piena di turisti, gli alberghi sono tutti occupati e continuerà ad essere così nelle prossime settimane anche grazie a queste iniziative che vanno nella direzione della valorizzazione del territorio e del commercio. Voglio ringraziare tutte le istituzioni, gli operatori economici e culturali, le associazioni no-profit e quelle di categoria che credono nei nostri progetti e contribuiscono a realizzarli. In particolar modo, voglio, poi, ringraziare l’ANM e Metronapoli che, nonostante il momento di grave difficoltà e crisi economica, continuano a lavorare nell’ interesse della città e della mobilità, contribuendo ad incentivare l’uso dei mezzi pubblici da parte dei cittadini e delle cittadine, anche in occasione del 15 dicembre.», così parla il sindaco Luigi De Magistris, in occasione dell’evento organizzato dal Comune di Napoli.

exhibitart-napoli-nottbianca-25dicembre-notte-d'arte-centro-storico

In occasione della Notte d’Arte la linea 1 della Metropolitana resterà attiva fino alle tre del mattino: «Questi eventi – sottolinea il presidente della camera di commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni – hanno un effetto moltiplicatore sui consumi ma l’obiettivo condiviso con l’amministrazione comunale è mettere in luce, grazie a una serie di eventi che abbiamo finanziato, un pezzo importantissimo della città grazie alla strategia condivisa da entrambi sulla programmazione e realizzazione di eventi». 

 

Nella notte del 15 anche la camera di commercio aprirà le porte alla città, per ospitare una serata di moda e tango. Per gli altri eventi verranno coinvolti il conservatorio san Pietro a Maiella, l’accademia di Belle Arti, il complesso monumentale di San Domenico maggiore, Santa Chiara e la basilica di San Giovanni maggiore Pignatelli.

La notte coinvolge anche le librerie del centro storico con reading e musica.
Alle 18 il via alla serata sarà dato con l’inaugurazione della piazzetta all’incrocio tra via Toledo e via Diaz, dove sarà posta una statua equestre, «Il cavaliere di Toledo» opera che completa la stazione d’arte di Toledo dell’artista William Kentridge

Percorsi d’arte

Gli Eventi

  • 18–24 Conservatorio San Pietro a Majella: concerti a cura degli allievi e dei Concerto-Maestro-Luigi-Grima-al-Conservatorio-S.Pietro-a-Maiella3maestri del Conservatorio di Napoli
  • 18-24 Complesso Monumentale San Domenico Maggiore: “Video al Termine della Notte” arti visive a cura di Collettivo Urto Musica Jazz; Visite guidate gratuite a cura di Coop. Soc. Parteneapolis (19:30 e 20:30)
  • 19 Biblioteca B.R.A.U. – Piazza Bellini; Degustazione di vini e concerto di Marco Zurzolo a cura di Spazio Nea e AIS (Ass. Italiana Sommelier)
  • 18–24 Accademia di Belle Arti di Napoli; teatro e visite guidate
  • 19-24 Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova – Oltre il Chiostro; Visita al Museo con ingresso ridotto
  • Complesso Monumentale di Santa Chiara; Ingresso con visita guidata (durata 45’) ore: 18-19-20- 21-22-23
  • 21-02 Palazzo Camera di Commercio di Napoli – Piazza della Borsa: Tango della Borsa nel Salone delle Contrattazioni a cura di “La Danse”; Mostra sfilata “Tra arte e moda” a cura del Centro Commerciale San G.ppe
  • 22-24 BasilicaS. Giovanni Maggiore Pignatelli: Concerti


Le Chiese aperte

  • 20 Basilica dello Spirito Santo: Concerto di musica classica ; Visita guidate
  • 21 Chiesa Sant’Anna dei Lombardi – Largo Monteoliveto
  • 20-22 Salone del Vasari – concerto di Mario Maione
  • 19–24 Basilica di San Domenico Maggiore: Visite guidate gratuite alla Sala del Tesoro (20-21-22-23) a cura di Coop. Soc. Parteneapolis
  • Chiesa di Donnaromita
  • Chiesa del Gesù Nuovo: Visite guidate e accoglienza a cura di Ass. Pietervive
  • Chiesa di San Michele a Port’alba: Corti a cura di ass. Pensarefare
  • Chiesa di Santa Maria di Montesanto
  • Chiesa Santa Maria di Caravaggio
  • Chiesa dei SS Filippo e Giacomo
  • Chiesa di San Gennaro all’Olmo
  • 18-23:30 Chiesa di San Pietro a Majella: 19 Recital Clown’s History:l’amore speciale di una ragazza normale a cura dei Frati e Suore Servi di Maria


Percorsi di cultura

Museo Hermann Nitsch – Vico Lungo Pontecorvo

  • 17:30–20 Festa dei “miosotìs 2012” premio di Letteratura premiazione dei vincitori Vi edizionemuseo-nitsch-2008-05
  • 21-24 Peccati d’amore per una Notte d’arte una notte poetico/musicale di canzoni sussurrate.

La Notte delle Librerie – reading di poesia e musica

  • 18 – Libreria Guida Port’Alba presentazione del romanzo “Il Killer dei qwerty”
  • 19 – Libreria Tullio Pironti Piazza Dante poesie
  • 20 – Libreria Colonnese Via San Pietro a Majella fotoreading e letture
  • 21 – Libreria Dante e Descartes Piazza del Gesù presentazione del romanzo “Lontano da me”
  • 22 – Libreria Ubik via B. Croce poesia e musica presentazione del libro “l’Oceano in un bicchiere”
  • 23 – Libreria L’Ibrido via Nilo musica body art e presentazione del libro “L’Ultima volta che mi sono emozionato”
  • 24 – Superfly via C.dell’olio musica e poesia
  • 01 – Libreria Evaluna Piazza Bellini: Mostrapittura e poesie


Altri eventi

  • 18 Chiesa Croce di Lucca – presentazione del libro L’enigma del Gesù di V. De Pasquale
  • 18–20 Gallerie d’Italia- Palazzo Zevallos Stigliano – Via Toledo 185 – Il Martirio di sant’Orsola di Caravaggio e Vesuvius di Andy Warhol – ingresso ridott
  • Museo di Cappella San Severo: Ingresso ridotto in occasione della Notte d’Artecristo_sammartino
  • 18-02 Spazio Nea Gallery – Via Costantinopoli: Mostra pittorica di Alfonso De Siena ingresso libero
  • Palazzo Venezia – Via B. Croce: visita alla casina pompeiana
  • Chiesa delle Scalze – Salita Pontecorvo: Fiera del design indipendente a cura del Coordinamento le Scalze
  • 20–24 Chiesa Santi Demetrio e Bonifacio – Piazzetta Teodoro Monticelli – mostra/performance a cura di Duediquattro
  • 18-24 Chiesa della Pietrasanta – mostra presepiale
  • 18-24 Chiesa di San F.co delle Monache –Via S. Chiara 10 – Quartetto d’archi Gagliano
  • dalle 24 Cinema Modernissimo – via Cisterna dell’Olio – ingresso ridotto con caffè
  • 18 – 03 Scuola Italiana di Comix – Via Atri 21- Mostre e attività sul fumetto
  • 18 – 24 AB OVO bottega d’arte e bellezza – Via Bellini 17 – Performance teatrali, trucco in vetrina, laboratori di pittura e fotografia.
  • Napoli Extramoenia- 19:00 Chiesa S.Anna dei Lombardi visite guidate a cura di Culturafelix
  • Napoli Intramoenia – 20:30 Piazza San Domenico visite guidate a cura di Culturafelix


Percorsi di spettacolo

17 Via Pessina a Piazza Plebiscito – Parata di apertura della Notte d’arte

  • Natale in allegria bimbi in festa
  • Carri allegorici a cura della Camera di Commercio di Napoli

Via Diaz/Stazione Toledo

  • 18 Radio Marte
  • 19 Danza Marziale a cura di A.S.I.A. kung fu Napoli
  • 21 Music Arts Group
  • 22 Danza funky
  • 23 Brava recital a cura di Nicola Vorelli
  • 24 Radio Marte Dj Set

Piazza del Gesù

  • Video installazioni composite ”Storia di Napoli”
  • Video esposizione “life cycle of artist”
  • Area espositiva con material di riciclo
  • Un Natale da scrivere: pensiero creativo a cura di Ass. Pensare più
  • 18 -21 Aperitivo Giù Napoli piano live a cura di Like a peach
  • 22:00 Daniela Fiorentino live voce e piano Crimini in Blues live
  • 23:00 Dj set con Anfisa Letyago, Fernando Opera, Mario Bianco, Mario Sorrentino

Galleria Principe di Napoli

  • 23:00 Vinili e Tastiera con Perna & Grayteatro-bellini
  • 00:30 Aérea Negrot live set voice
  • 02:00 Vinyl Set Agostino Casillo

Piazza della Borsa

  • Mostra fotografica e canzoni natalizie a cura di Comitato Piazza Borsa
  • 21 La Contrabbanda banda musicale itinerante

Piazza Dante

  • Telethon per la ricerca

20-23 Piazza Sette Settembre

  • Festa popolare itinerante a cura della Ass. Zi Riccardo e donne della Tammorra

Piazza Salvo D’Acquisto

  • Laboratori del gusto a cura di Slow Food
  • Laboratori di arte terapia
  • Natale Napoli Design in ceramica- laboratori d’arte a cura di Arte e Design Donnareggina
  • Il Natale Napoletano: i personaggi del 700 – di MT Communations

Centro Commerciale Toledo Spirito Santo

  • Premio vetrina Made in Naples
  • Premio Commessa Cortesia
  • Bar Ceraldi – P.zza S. D’acquisto- degustazioni e musica
  • Show room De Luca – via Cisterna dell’olio – degustazione e poesia

Centro Commerciale Toledo

  • Deliziarte – realizzazione di delizie uniche  infophoto_2012-11-19_160651296_low_p0000228349-2

Associazione Decumano-Spaccanapoli – Via B. Croce

  • Strenna Natalizia

Galleria Umberto I

  • 18-21 Lilliput preview teatro creativo per bambini a cura di Exit group
  • 19-23 performance di Fit Boxe Italia e Baile Activo

Istituto Casanova – P.tta Casanova

  • 20 Quelli della notte…al Casanova visite guidate musica e proiezioni

Piazza San Giovanni Maggiore Pignatelli

  • 18 Aperitivo dell’arte
  • 19 Dipingiamo la notte dell’arte
  • 20 La Banda del Torchio itinerante
  • 21 Dj set e Live Music
  • A cura di Dolce Movida e Operatori della Notte S. G. Maggiore

Largo Banchi Nuovi

  • 17 Facimm Ammuina Animation per bambini
  • 18 Teatro Stabile di Strada a cura di Vico Pazzariello
  • 22 Scacciapensieri Live Tammorra Band
  • 00 Dj Set

Vico Pazzariello

  • 20:30 E fint e Mammà Intrattenimento e gastronomia della tradizione napoletana a cura di Vico Pazzariello

Vico Pallonetto a Santa Chiara

  • 20–03 Artigianato artistico, Tammurriata, musica eventi a cura di Mia St’Art Over Art

Via Santa Chiara

  • 19e30 O Spassatiempo aperitivo alla Napoletana presso Enoteca Santa Chiara

18-03 Piazza Santa Maria La Nova

  • Artisti di strada, musica e dj set a cura di Comitato sostenitori Santa Maria La Nova

P.tta e scale San G.ppe dei Nudi

  • 20-01 Teatro e musica della tradizione napoletana a cura dell’ass. Centro Teatro Studi

Cortile della Basilica di Santa Chiara

  • 18-24 Il mercatino musicale a cura di Freequenza

20-03 Piazza San Domenico Maggiore

  • Sfogliatellablues by Scaturchio Jazz Quartet
  • La Danza dei Popoli a cura di Passi Randagi

18-24 Via San Sebastiano

  • Centro chitarre e Panharmonikon – live music

22-24 Caffè dell epoca – via S. M. di Costantinopoli 82

  • arti visive e pittoriche di Peppe Lanzetta

 

Il programma è visibile sul sito della Seconda Municipalità di Napoli:

http://www.municipalita2napoli.org/nottedarte/#programma

Annunci

La delicatezza del segno, l’immensità della luce di Shane Guffog

Per la prima volta in Italia le opere dell’artista californiano Shane Guffog, dal 29 Novembre 2012 al 6 Gennaio 2013 a Napoli, presso la splendida Villa di Donato, P.zza Sant’Eframo Vecchio.
Una grande personalità del mondo dell’arte americano, Shane Guffog porta la sua mostra d’arte a Napoli curata da Cynthia Penna.

Shane Guffogg, dal 1989 al 1995, è stato assistente ed amico personale di Ed Ruscha che, nel 1962, insieme a grandi artisti come Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Robert Dowd, fu inserito nella mostra New Painting of Common Objects (Nuova Pittura di oggetti comuni), storicamente considerata come una delle prime manifestazioni di “Pop art” in America.
Forgiatosi ad una scuola del tutto innovativa e rivoluzionaria del modo di fare arte, Guffog resta un autentico artista classico che usa il pennello e i colori con totale senso di libertà e nel contempo di rigore.

Arte-astratta-e-Rinascimento-italiano-si-incontrano-a-Napoli-con-l’opera-di-Shane-Guffog.Da due anni ha accettato un’insolita sfida che lo vede in una reinterpretazione in chiave astratta dell’opera di Leonardo da Vinci “Ritratto di Ginevra de’ Benci”; una scelta determinata dalla volontà di cimentarsi con la “luce” e gli spazi di Leonardo del primo Rinascimento Italiano, con una rivisitazione californiana della luce e del colore.

Una mostra da non perdere, aperta tutti i giorni su appuntamento.


Napoli e Salerno: scambio culturale

Dopo 25 anni, Napoli e Salerno unite in uno scambio culturale

Luci d’Artista” a San Gregorio Armeno

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 Sabato 10 Novembre in via San Gregorio Armeno, sono state inaugurate le famose ‘Luci d’Artista’ salernitane nell’ambito di uno scambio culturale con l’Associazione Corpo di Napoli – Onlus di cui è presidente Gabriele CasilloL’evento è stato patrocinato dal presidente della IV Municipalità di Napoli, Armando Coppola e, grazie alla disponibilità della Curia Arcivescovile di Napoli, del Parroco della Cattedrale Don Vincenzo Papa e di Monsignor Salvatore Esposito, è prevista anche l’installazione della scena principale del Presepe Dipinto realizzato dal maestro salernitano Mario Carotenuto nella Basilica di Santa Restituta del Duomo di Napoli.

Tale iniziativa dà il via al gemellaggio tra le città di Salerno e Napoli; poste dieci luminarie provenienti dal Giardino Incantato di Salerno nella via “dei pastori” a Napoli che sanciscono l’apertura ufficiale del Natale napoletano.

Per l’inaugurazione presenti: il gruppo di musica popolare ‘Ars Nova’ e, nelle strade dei decumani, il quartetto degli Zampognari dell’Alto Casertano. Per festeggiare l’evento, la pizzeria Sorelle Bandiera propone al sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, la pizza ‘I Due Golfi’ mentre, la pasticceria San Gaetano, propone un nuovo dolce dedicato alle luci.

Il primo dicembre, invece, in collaborazione con l’Associazione Bottega San Lazzaro, nel Tempio di Pomona a Salerno verrà inaugurata la mostra di arte presepiale: verranno esposte 17 opere prodotte da alcuni dei più noti artigiani presepiali delle maggiori botteghe napoletane.

All’inaugurazione non saranno presenti i corrispettivi sindaci; Vincenzo De Luca avvisa di non potersi presentare all’evento a causa di impegni politici che lo hanno trattenuto a Milano, Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, non ha mai dato conferma della sua presenza.
Quest’ultimo riferisce di non aver ben accettato l’iniziativa in quanto, a parer suo, sembrerebbe essere di matrice politica:

Non può essere che l’iniziativa passi come il sindaco di Salerno che viene a Napoli a inaugurare il Natale, perché non è così; è una fandonia, una falsità. E’ come se io andassi a Salerno a fare la Piedigrotta”.

Secondo varie testimonianze, tale evento ha portato disguidi tra i due sindaci in quanto l’amministrazione comunale, per mancanza di fondi, avrebbe voluto abolire l’iniziativa.
Altri testimoni affermano, invece, di aver proposto al comune di Napoli di poter espandere le luci artistiche per tutti i decumani e le vie del centro a spese dei commercianti e degli artigiani; proposta non ancora accettata a causa delle mancate documentazioni che possono permettere l’illuminazione completa.

 


L’Artista Vagabondo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quanta purezza c’è in un semplice dipinto con gesso su strada? Diamo voce ai Madonnari.

Siamo i ricchi delle strade. Pane e colori per sorridere alla vita.

Camminando per le strade di Napoli, ingrigite dallo smog e dal frenetico rumorio delle auto, piccoli angoli prendono vita e colore. Un piccolo omino disteso sul ciglio della strada attira la mia attenzione; ha mani e piedi sporchi di colore, sembrerebbe polvere di gesso. Nell’ avvicinarmi, noto un piccolo capolavoro artistico che raffigura una Madonna attorniata da Santi e, ammirandone i tratti ben definiti e un chiaro scuro massiccio, mi perdo nell’opera. Dopo qualche minuto di contemplazione, capisco di essermi imbattuta in un “artista di strada”, detto anche Madonnaro. Non posso far altro che pensare quanta bellezza sia racchiusa in pochi centimetri di strada decorata da immagini sante o intere riproduzioni di quadri famosi delle epoche artistiche passate. Questi, sono semplici artisti che amano disegnare e dipingere in strada dove è più facile richiamare l’attenzione di un piccolo pubblico. Abili in svariate tecniche pittoriche, creano vere e proprie opere d’arte semi-permanenti in quanto, il materiale usato, non è abbastanza resistente da permanere nel tempo. A volte anche dopo qualche giorno o con la pioggia, queste opere sono destinate a svanire, perdendosi per sempre. Il fenomeno dei Madonnari nasce nel 1972 quando, un gruppo di dieci artisti di strada, trovano un luogo in cui poter organizzare eventi annuali grazie al contributo del comune di Curtatone dove si trova, tutt’ora, una vera e propria associazione. Da lì questa, forma artistica, riesce ad espandersi su tutto il territorio nazionale.
L’arte va vissuta a 360° – mi spiega l’artista – Io amo quello che faccio e vorrei che anche le altre persone potessero goderne. Secondo me, a differenza di quello che dice la gente, noi siamo i ricchi delle strade. Come dire, pane e colori per sorridere alla vita! Siamo una sorta di vagabondi dell’arte e cerchiamo di trasmette un messaggio artistico in questo modo. Naturalmente ci sono persone che ci disprezzano o ci definiscono “piaghe” della società, ma noi non siamo mendicanti, siamo solo semplici persone comuni.
Così mi accenna l’artista spiegandomi il suo pensiero sul concetto “di fare arte” al giorno d’oggi. Con il viso sporco di gesso, mi accenna quello ch’è la sua filosofia di vita che lo ha spinto, poi, a far parte di questo “piccolo mondo”.
“Ci sono artisti oggi che con poco impegno e più furbizia, si definiscono Artisti sti Contemporanei. Nulla da togliere a quello che fanno ma credo che, forse, coloro che sono più vicini all’arte un po’ “antica”, siamo proprio noi. Non usiamo computer ne altri vari marchingegni tecnologici per produrre ma, come vedi, ci mettiamo qui in strada a disegnare. Oggi è facile definirsi artisti e tu lo sai meglio di me sicuramente, per questo ho scelto di dedicarmi a questo tipo di cose. C’è senz’altro più passione e più filosofia in un disegno s’un marciapiede che sai che svanirà presto. Naturalmente è un pensiero.” Dice ridacchiando.
Non credo abbia tutti i torti ed è interessante poter vedere una realtà ben diversa da quella che altri etichettano con i soliti stereotipi sociali.
“Ci sono quadri che valgono una fortuna ed io, con pochi centesimi, mi sento fortunato a regalare alla città un piccolo quadro.”
Dopo altri svariati minuti di conversazione, saluto il mio semplice amico con un sorriso e mi congedo.


Arte|Contemporanea

Suggestioni visive o strumentalizzazione politica?

A Napoli censurati manifesti pubblicitari dell’artista Sebastiano Deva

 

L’artista provocatore Sebastiano Deva di nuovo protagonista del mirino critico sociale. La sua esposizione pubblicitaria dal nome “Mystica”, ritrae una donna in un momento di passione sessuale che fa da sfondo ad una frase a carattere erotico di una Santa. Il sindaco Rosa Russo Iervolino li censura: troppo scabrosi per essere esposti. Come già avvenuto per le altre performance e mostre dello stesso Deva, anche in questo caso attira polemiche e disaccordi dal mondo contemporaneo in quanto temi delicati sono esposti in chiave fortemente provocatoria. In un’ intervista si difende dicendo che il suo lavoro consiste nel creare suggestioni poetiche portando avanti un elemento d’inquietudine quale, in questo caso, è l’erotismo e quindi è interessante vedere il modo perverso con il quale si vive il sesso oggi. L’idea del progetto è quella di comunicare un qualcosa attraverso la tecnica dello spiazzamento suggerito dall’ unione immagine – parola anche se non si hanno strumenti per capire di cosa si sta parlando. Proponendo una comprensione della sessualità in maniera più profonda e in modo del tutto diverso dal solito approccio sociale, la sua “opera” viene mal vista in particolar modo dal sindaco di Napoli che propone un’ ANSA per la sua censura. Forte polemica sul motivo scatenante per il quale il sindaco abbia preso tali provvedimenti in quanto, lo stesso Deva, sostiene che questo comportamento non è avvenuto in tutela alla laicizzazione del contenuto ma per un motivo puramente politico per difendere il partito al quale la Iervolino appartiene, strumentalizzando il suo operato. Insieme alla pubblicizzazione di queste immagini, l’artista rimanda alla performance streaming di “Mystica” nel quale il curioso spettatore può assistere alle particolari rappresentazioni proposte. Il progetto di “Mystica” nasce come reinterpretazione di antichi testi in cui vengono narrati atti di autoerotismo di Sante. Si fa riferimento a quelle poche mistiche italiane, per altro riconosciute anche dalla chiesa, che hanno avuto delle visione sacre di natura intellettuale, immaginaria o sentimentale. Secondo l’artista le mistiche sono state determinanti per la letteratura italiana in un momento in cui la letteratura non esisteva, inventando metafore, linguaggi e discorsi per esprimere ciò che vedevano e sentivano. Su questo tema, quindi, Deva racconta una visione immaginaria attraverso la semplice azione pubblicitaria che sfocia in un discorso molto più ampio: la trasformazione del pensiero in un corpo femminile che si contrappone alla concezione sociale del ruolo della donna vista in modo del tutto casto e casalingo. Di carattere religioso, l’opera attira critiche del mondo laico già viste nell’ esposizione precedente presso il PAN a Napoli che ha dato automaticamente voce al Vaticano stesso. In dubbio, quindi, il suo rapporto con la religione che giustifica definendosi un ribelle della fede.


YELLOWS-NAPLES

ARTE TRA ORIENTE E OCCIDENTE

 A Napoli, una splendida rivisitazione della città da Occidente ad Oriente.
 

La Fondazione Foucault, nata nel 2010 e basata sugli studi del rapporto tra arte contemporanea e filosofia, presenta la mostra fotografica Giallo Napoli-Yellows Naples inaugurata il 6 Ottobre, visibile fino al 30 Novembre.La mostra, proposta per l’ottava giornata del contemporaneo a cura di Viktor Grobheiten, direttore artistico della fondazione, e Liu Zhenghan, insegnante di Storia Della Fotografia presso l’Università di Pechino e autore del libro “Eastern objectives” che tratta di fotografia cinese, consiste in un esposizione fotografica fatta da dieci giovani artisti cinesi che hanno vissuto per un lungo periodo di residenza a Napoli usando la fotografia in modo del tutto nuovo.

Gli artisti in mostra sono Li Changan, Shao Jnan, Qian Jafeng, Shen Ling, Pang Mingxian, Chen Tiejun, Wang Xianting, Zhang Xiaojun, Xu Ying, Liu Zhijian. Il curatore Liu Zhenghan sostiene: “Le sperimentazioni fotografiche di questi artisti cinesi nati negli anni ottanta sono il risultato di una perfetta saldatura fra le pratiche dell’arte di oriente ed occidente e producono visioni straordinarie”.
Ritroviamo, dunque, una Napoli del tutto nuova e revisionata, ritratta non più con le solite e note istantanee ma con nuove interpretazioni da parte di un’occhio straniero, con l’utilizzo di una macchina ed un obiettivo in modo del tutto innovativo che riesce a fondere l’arte orientale e quella occidentale in piccoli ed unici scatti.

 


corsoredattoriweb

A great WordPress.com site

onironaia

Il viaggio non richiede una spiegazione, ma solo dei passeggeri.

deangelislaura85

A fine WordPress.com site

Ginnasio Digitale

The greatest WordPress.com site in all the land!