Archivi categoria: Cronaca

Omicidio Franchini

Napoli – Formia Omicidio Franchini.

“TUTELARE LA MEMORIA DI MIO FIGLIO COSI’ VERGOGNOSAMENTE INFANGATA.”

Così parla Margherita Salice,  madre del giovane Igor Franchini, nei confronti di Francesco Furlan, giornalista de H24notizie.

Napoli – Igor Franchini, ballerino 19enne, è stato trovato morto il 24 gennaio 2009 con 43 coltellate nell’abitazione di Santo Janni presso le campagne di Formia.
Il delitto sembra sia avvenuto per debiti di droga in quanto, voci attendibili, collocherebbero il giovane in via Secondigliano a Napoli la notte dell’omicidio intento ad acquistare 30 gr di cocaina.
Accusati i due amici fidati di Franchini; Andrea Casciello, a conoscenza della compera notturna dell’amico e Giovanni Morlando, che confessa di aver scoperto per caso il cadavere.
Accusato dalla Corte d’Assise di Latina, Morlando viene condannato a 26 anni di reclusione con l’accusa di omicidio volontario mentre Casciello viene sospettato di possesso illegale di armi emerso da un intercettazione telefonica. Dalle indagini, per tanto, emerge un dettaglio che aggrava la posizione di Morlando; sulla mano una ferita che può essere ricondotta ad un’eventuale colluttazione con Franchini, giustificata come causa di una caduta dal ciclomotore. Dubbi e nuove supposizioni sull’orario dell’omicidio, portano in secondo piano la ferita di Morlando che non sembrerebbe combaciare con il momento esatto in cui Franchini è stato assassinato.
Ciò porta il giovane all’assoluzione dalla condanna. A restare in carcere è Casciello condannato a 14 anni di detenzione.
Nell’articolo dedicato a Franchini sul giornale H24notizie, Margherita Salice, madre del giovane defunto, interviene duramente, sia in vie pubbliche che legali, contro Francesco Furlan che descrive il giovane Franchini come un abituale compratore di droghe, se non spacciatore e debitore. Ritenute accuse violenti e prive di fondamento che infangano la memoria del figlio, la donna denuncia il giornalista ponendo una linea difensiva sullo stesso Morlando, vittima solo della sua stessa debolezza in un ambiente criminale.
Leggo con profonda nausea l’articolo che Francesco Furlan, da me già denunciato una volta per calunnia nei miei confronti, dedica alla distruzione della memoria di mio figlio, da lui conosciuto bene, circostanza che rende anche più inaccettabili le menzogne scritte, perchè consapevolmente inverosimili. Non esiste prova che Igor si sia recato a “comprare 30 grammi di cocaina”, i rapporti coi pregiudicati erano mal sopportati, come confermato da testi, e limitati ad un vicinato casuale (abitavano al piano di sopra) e non si capisce come abbia potuto sentirsi minacciato da una pistola colui che è stato scagionato perchè sostiene di essere arrivato sulla scena del delitto quando Igor non poteva più minacciare nessuno… guanti di velluto invece col povero Morlando, reo solo di frequentare cattive compagnie… peccato che sia tossicodipendente ed alcoolista dall’età di dodici anni, già pregiudicato a diciotto da una condanna per SPACCIO, e REO CONFESSO DI aver bruciato il corpo e l’auto della vittima di un altro, SOLO PER DEBOLEZZA. E’ una versione inverosimile, fornita senza NESSUN RIGUARDO PER LA GIOVANE, INCENSURATA E STIMATA VITTIMA, ED IO PRETENDO CHE VENGA PUBBLICATA QUESTA DOVEROSA RETTIFICA, O MI VEDRO’ COSTRETTA AD ADIRE ANCORA LE VIE LEGALI NEI CONFRONTI DI FURLAN,PER TUTELARE LA MEMORIA DI MIO FIGLIO, COSI’ VERGOGNOSAMENTE INFANGATA .”


Amù

Art Moves the World

corsoredattoriweb

A great WordPress.com site

onironaia

Il viaggio non richiede una spiegazione, ma solo dei passeggeri.

deangelislaura85

A fine WordPress.com site

Ginnasio Digitale

The greatest WordPress.com site in all the land!