Archivio dell'autore: danielaiodice

Erasmus Party: Every Saturday

-Immagini-di-Erasmus-party-

Ogni sabato al centro storico di Napoli, in via San Giovanni Maggiore Pignatelli 45, Erasmus Party targato ASE (associazione studenti erasmus) presso il Toma Lounge Bar. Dj Set Raffaele Del Zingaro Aka RDZ (www.raffaeledelzingaro.com).

Una serata tutta da vivere, insomma, tra studenti della città e quelli in erasmus; un incontro di lingue, culture e costumi differenti in una splendida serata al centro storico napoletano.

Inizio ore 23:00 e per tutte le info disponibili, sarà possibile contattare:

Marco 3339466637

Salvo 3480379371

Leo 3807831972

 

Toma-Lounge-Bar-Napoli-Erasmus-Party


Al Dub On The Lake Carnival Edition

Dub-On-The-Lake-Carnival_Edition-Napoli

Nuovo ed atteso evento targato Dub per sabato 9 febbraio 2013 al Dub On The Lake di Napoli, alle ore 22: Carnival Edition.

Firenze, Roma, Napoli, tre realtà a confronto con: Jah Station, Dubass e Bababoom Hi Fi; tre Sound system indipendenti ed autocostruiti.

Come per ogni evento, il Dub On The Lake mette a disposizione per gli ‘amanti del sound system il sevizio navetta  dal centro storico; per prenotarsi, sarà possibile contattare direttamente Rocco Romano al numero 380 7597788.


Iration Steppas feat Danman al Dub On The Lake

iration-steppas-dub-on-the-lake-gennaio-napoli

Sabato 12 gennaio 2013 un ritorno tanto atteso dagli appassionati del sound system, Il Dub On The Lake vede protagonisti di questa serata Iration Steppas feat. Danman.

Iration Steppas è un sound system fondato negli anni 90′ da Mark Iration a Leeds; iniziando col bluse dance in vari clubs sfociano, poi, in un vero e proprio sounds defnito.

Sono al centro della scena del dub mondiale, l’avanguardia del digital tecno dub, direttamente da Leeds (UK); Il trio formato da Mark Iration, al mixer, Dennis Rootical al basso e Jazzbo al microfono, ci trascinerà in un ipnotico e potente live-set, pieno di ritmi serrati costruiti con synth spaziali e linee di basso granitiche caratterizzano la loro musica, in collaborazione con cantanti ispirati; troveremo il carisma di Mark Iration con una selezione fatta di Dubplates e special mix che riesce a coinvolgere tutto il pubblico in un’esperienza che va oltre i confini della classica UK Dub session, per affacciarsi nel meglio dell’elettronica contemporanea.

Sarà disponibile, inoltre, il servizio navetta con partenza e ritorno dal centro storico.

Un’ imperdibile evento, quindi, per chi mastica sound system.


Il Tunnel Borbonico di Napoli apre le porte ai suoi segreti

suburbe-tunnel-borbonico-napoliA Napoli un imperdibile evento nel Tunnel Borbonico; «Speleo», il nome del nuovo itinerario, sarà disponibile da sabato 6 ottobre su prenotazione al costo di 40 euro.

Proposti una serie di itinerari; l’impavido spettatore avrà a disposizione tre percorsi da seguire, quello ‘Standard’ che raggiunge le cisterne dell’acquedotto seicentesco del Carmignano, utilizzate come ricovero durante la guerra, ‘Avventura’ che prevede la navigazione sulla falda acquifera sotterranea di Napoli a bordo di una zattera e, infine, quello ‘Baby’, un percorso adatto sicuramente per le piccole scolaresche.
Nel percorso «Speleo», invece, sarà possibile ricalcare le orme dei «pozzari» ed esplorare i cunicoli dell’antico acquedotto fino a raggiungere le cisterne, ancora parzialmente riempite d’acqua, dove si potranno trovare antichi e misteriosi simboli.

tunnel-borbonico-napoli-ingresso«Passeggiare nel sottosuolo di Napoli è un’esperienza divertente ed indimenticabile – sottolinea Enzo de Luzio dell’associazione ‘Borbonica Sotterranea’ – Il percorso “Speleo” ha una durata di due ore e mezza e ogni partecipante dovrà indossare il caschetto da speleologo con luce incorporata, tuta, guanti e imbracatura».
Accompagnati da speleologi professionisti, chi vorrà avventurarsi nel Tunnel attraverserà le profondità della città, partendo dall’ingresso posto nel vico del Grottone 4, nei pressi di Piazza del Plebiscito.


Il percorso è stato sviluppato nella massima sicurezza;

«Può essere affrontato da chi non è affetto da allergie o claustrofobie – spiega il presidente dell’associazione, Gianluca Minin – Sono ambienti che danno sensazioni forti nel totale silenzio. Silenzio che in una città grande come Napoli rappresenta una vera e propria rarità. Chi visita oggi il Tunnel borbonico prova le stesse emozioni e sensazioni di chi ha lavorato in questi cunicoli due secoli fa.

Uno spettacolo che merita di essere visto dal più alto numero di persone».


Il Tunnel rappresentava una via di fuga per la famiglia reale e, nel corso del tempo, ètunnel-borbonico-napoli-apertura-signori-si-scende stato usato come deposito giudiziario.

Un’evento tutto da godere per chi è curioso di scoprire le profondità nascoste della propria città.


Lo Schiaccianoci di Cajkovskij al Teatro di San Carlo a Napoli

teatro-di-san-carlo_napoliProtagonista delle festività natalizie, dal 27 dicembre 2012 al 2 gennaio 2013, l’imperdibile spettacolo teatrale Lo Schiaccianoci di Petr Il’ic Cajkovskij al Teatro di San Carlo a Napoli; un’atmosfera magica ed entusiasmante che farà sognare il cuore di ogni spettatore.

La bellissima opera sarà proposta con le coreografie di Luciano Cannito;lo-schiaccianoci-spettacolo-teatro-san-carlo-napoli direttore artistico del Balletto del Teatro Massimo di Palermo, che ha realizzato nel corso della sua carriera oltre 50 creazioni, rappresentate nei più prestigiosi teatri e festival del mondo come il Metropolitan di New York, La Scala di Milano e l’Orange County Performing Arts Center di Los Angeles. Tra i tantissimi ospiti, vi saranno Giuseppe Picone ed Ambra Vallo, i principali interpreti internazionali del repertorio classico. Dirige Giuseppe Finzi, nominato recentemente Resident Conductor dell’Opera House di San Francisco.

lo-schiaccianoci-spettacolo-teatro-san-carlo-napoli-primaLo schiaccianoci fu proposto su iniziativa di Marius Petipa appoggiato da Petr Il’ic Cajkovskij, compositore musicale dell’opera, realizzata tra il 1891 e il 1892.  Lo spettacolo andò in scena il 18 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, con la coreografia di Lev Ivanov.

La popolarità de “Lo Schiaccianoci” è in parte dovuta a William Christensen, fondatore della compagnia San Francisco Ballet, che importò il lavoro negli Stati Uniti nel 1944.

Lo-Schiaccianoci-teatro-di-san-carlo-napoli-spettacolo-ballettoTale Opera è stata ripresa più volte nel corso del tempo, sia al cinema che nei teatri stessi, con rivisitazioni diverse.

Protagonisti sono il ballo e la musica che lo accompagna, in scene fantastiche e magiche dove corpo e musica si muovono all’unisono sul palcoscenico.

Impossibile, quindi, rimanere impassibili di fronte a tale Opera dallo straordinario successo ottenuto nel corso del tempo.

Una favola che ha coinvolto tutto il pubblico, donando al San Carlo l’assoluto pieno alla prima dello spettacolo.

Tra balletti, musiche, favolosi ospiti d’eccezione, Lo schiaccianoci ed il San Carlo hanno regalato al pubblico una serata genuina ed emozionante.

Per chi ama l’Opera è, quindi, un evento assolutamente da non perdere.

I prezzi dei biglietti oscilleranno dai 20 ai 90 euro e, per le prenotazioni, sarà possibile rivolgersi direttamente al botteghino del teatro.

Inoltre, la compera dei biglietti sarà disponibile dal 1 ottobre 2012. 


Oggi al Teatro Bellini di Napoli

Lo splendido Teatro Bellini di Napoli è ritenuto il più bello dal popolo napoletano tra tanti teatri; un teatro dall’armonia e la ricchezza delle sale curata e delicata, quasi impossibile non entrarvi per poter assistere alla moltitudine di spettacoli che vengono proposti.

All’interno del Teatro troviamo “Il teatrino della sala di prove” e “l’Auditorium”, conservate ed esposte le vecchie locandine di qualità dei vecchi spettacoli, raccolte dal grandissimo Tato Russo, attore drammaturgo, poeta e regista di livello della scena italiana che lo vede direttore artistico del teatro dal 1988.

Forse non tutti sanno o, al massimo, ben pochi conoscono la storia di questo Teatro in quanto, inaugurato nel 1864, nell’aprile del 1869 fu distrutto da un incendio.
La sua riedificazione, avvenuta il 6 febbraio 1878 riacquistando, ben presto, un posto di prestigio. 
Nel corso del tempo, purtroppo, il teatro divenne un piccolo cinema di livello inferiore. Grazie a Tato Russo il Bellini ritornò a respirare aria nuova; superando difficoltà tecniche, organizzative ed economiche, riuscì a riportare l’edificio al suo vecchio splendore, con la messa in scena dell’ Opera da tre soldi di Bertolt Brecht nel 1988.

Per tenersi sempre aggiornati sulla programmazione degli spettacoli al Teatro Bellini, non dimentichiamoci di dare uno sguardo al cartellone degli eventi. Oggi al Bellini Troviamo:

Dal 25 dicembre al 6 gennaio 2013

C’era una volta… un jeans e una maglietta

nino-dangeloScritto e interpretato da Nino D’angelo

C’era una volta… un jeans e una maglietta, uno spettacolo legato alla canzone che, agli inizi degli anni ’80, lanciò l’artista; raccontata in terza persona, è una ricca camminata nei ricordi dell’artista che lo vede direttore ed interprete di se stesso.

Dall’11 al 13 gennaio 2013

Il Registro Dei Peccati

registro-dei-peccati-teatro-bellini-napoli-moni-ovadiaScritto, diretto e interpretato da Moni Ovadia e prodotto da Promo Music di Bologna

Un racconto del mondo e della cultura yiddish che fa riferimento allo khassidismo, una corrente ebraica nata verso metà ‘800. Lo spettacolo teatrale è un racconto nel quale Moni Ovadia porta il pubblico alla scoperta di quella spiritualità base degl’antichi pensatori come Freud, Einstein, Marx, Trotsky e artisti come Marc Chagall.

Dal 15 al 20 gennaio 2013

Il Lago Dei Cigni

Balletto di Mosca La Classique

SwanLake-lago-dei-cigni-teatro-bellini-classiqueE’ una balletto in 2 atti e 4 scene che si muove sotto le magnifiche musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con le coreografie di Marius Petipa, scenografie di Evgeny Gurenko e l’ideazione dei costumi di Elik Melikov.

La novità di questa nuova stagione è nel management: la produzione italiana del Balletto di Mosca “La Classique” sarà affidata ad un’organizzazione di affermati operatori teatrali: Mauro Giannelli, Gabriele Scrima, Giovanni e Filippo Vernassa.

Dal 22 al 27 gennaio 2013

THE COUNTRY

Di Martin Crimt, traduzione di Alessandra Serra, con Laura Morante, Gigio Alberti, Stefania Ugomari Di Blas

Regia di Roberto Andòlaura-morante-the-country-treatro-bellini-napoli

Enigmatica e affascinante commedia che ha conquistato straordinari consensi di pubblico e critica.

Dall’1 al 3 febbraio 2013

Grimmless

Con Anna Gualdo, Valentina Beotti, Andrea Pizzalis, Giuseppe Sartori, Anna Terio

ricciforte_grimmless_teatro-bellini-grimmDrammaturgia di ricci/forte
D
irezione tecnica Stefano Carusio
A
ssistente regia Elisa Menchicchi
R
egia di Stefano Ricci

Grimmless porta avanti il discorso tra suggestioni letterarie e linguaggi del presente; uno spettacolo improntato sulla grammatica delle fiabe dei fratelli Grimm.


Dal 5 al 10 febbraio 2013

SHREK – IL MUSICAL
Libretto e liriche David Lindsay-Abaire
Musiche
Jeanine Tesori
Regia
Ned Grujic e Claudio Insegno
Coreografie
Valeriano Longoni

shrek-the-musical-teatro-belliniL’eroe SHREK ed il suo amico CIUCHINO nel loro tentativo di salvare la PRINCIPESSA FIONA, tenuta prigioniera in una torre da un terribile drago. La commedia musicale più divertente, romantica e incantevole dell’anno.

Dal 13 al 17 febbraio 2013

INFINITA

Di Familie Flöz e di Björn Leese, Benjamin Reber, Hajo Schüler, Michael Vogel
Regia
Michael Vogel, Hajo Schüler

infinita-teatro-bellini-familie-floz-palco-spettacoloÈ uno spettacolo sui momenti in cui avvengono i grandi miracoli della vita, il timido ingresso nel mondo, i primi coraggiosi passi e l‘inevitabile caduta finale. Un mosaico dei grandi piccoli momenti della vita.

Dal 19 al 24 febbraio 2013

A SANTA LUCIA

Di Geppy Gleijeses, Lello Arena, Marianella Bargilli

Versi, prosa e musica di Raffaele Viviani
Con D
aniele Russo, Gigi De LucaGina Perna, Angela De Matteo, Luciano D’Amico, Gianni Cannavacciuolo, Gino De Luca, Antonietta D’Angelo, Giusy Mellace, Salvatore Cardone, Antonio Roma, Aniello Palomba, Eduardo Robbio

Regia Geppy Gleijeses

Commedia con musiche in due atti di Raffaele Viviani.
Questo spettacolo è costruito letteralmente sull’acqua, sul molo dove sorge Starita sottoteatro-bellini-a-santa-lucia-spettacolo-lello-arena la luna di Santa Lucia. Il linguaggio è suddiviso tra l’italiano dei borghesi napoletani e il gergo dei luciani assolutamente comprensibile.


Dal 26 febbraio al 3 marzo 2013

Dopo La Battaglia

Compagnia Pippo Delbono
Di Pippo Delbono

pippo-del-bono-dopo-la-battaglia-teatro-belliniNasce forse da un bisogno di scappare, di ritornare, di urlare, di piangere, di ridere, di giocare ancora, di perdersi ancora, di ritrovare ancora un centro.

Dall’8 al 10 marzo 2013

A Qualcuno Piace Carta

Di Ennio Marchetto e Sosthen Hennekam

MARCHETTO-ennio-a-qualcuno-piace-carta-spettacolo-teatro-belliniCi sono dei costumi di carta che raffigurano grandi cantanti e grandi personaggi italiani e stranieri.

Dal 15 al 17 marzo 2013

IL FU MATTIA PASCAL
tato_russo_pascal_pirandello_fu-mattia-spettacolo-teatro-belliniDi Tato Russo dal romanzo di
Luigi Pirandello

Dal 19 al 24 marzo 2013

OBLIVION SHOW 2.0: IL SUSSIDIARIO
Di Davide Calabrese e Lorenzo Scuda
Con Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli
Musiche di
Lorenzo Scuda

Regia di Gioele Dix

oblivion-2-2-teatro-bellini-Lo spettacolo è una vera e propria evoluzione dello stile Oblivion; raccontano storie epiche o semplici avvenimenti quotidiani giocando continuamente con la musica.

Dal 5 al 7 aprile 2013

FRATTO_X

FrattoX-flavia-mastrella-antonio-rezza-spettacolo-teatro-belliniCon Antonio Rezza, Ivan Bellavista, Timoty Granger
L’uomo porta sempre con sé il colore del tempo visibilmente trionfante sulla pelle. Il cervello è l’orpello che impedisce vigorosamente l’omologazione; la x, con destrezza nel tratto, sottolinea la centralità di esseri completamente inutili.

Dal 9 al 14 aprile 2013

RICCARDO III
Di
William Shakespeare con Alessandro Gassman

Traduzione e adattamento di Vitaliano TrevisanAlessandro-Gassman-riccardo3-teatro-bellini

Un capolavoro di William Shakespeare reinterpretato da Trevisan.

Dal 18 aprile 2013

DIGNITA’ AUTONOME DI PROSTITUZIONE

Di Luciano Melchionna
DAdP è la “Casa chiusa” dell’Arte, dove gli attori – come prostitute – sono alla mercé dello spettatore. Monologhi o performances del teatro classico e contemporaneo, atti ad emozionare, far riflettere e divertire lo spettatore, in ‘uno stupore nuovamente sollecitato. dignità-autonome-di-prostituzione-luciano-melchionna-teatro-bellini


Peppe Barra e la Cantata Dei Pastori a Napoli

 

la-cantata-dei-pastori-peppe-barra-teatro-trianon-napoliMartedì 25 Dicembre alle ore 21 presso il Teatro Trianon a Napoli, Peppe Barra porterà in scena la sua bellissima Cantata dei Pastori, una rappresentazioni natalizia scritta nel 1698 da Andrea Perrucci.

Riscritta e interpretata più volte, la versione proposta al Trianon è l’ultimo adattamento di Peppe Barra; un bellissimo inno alla Natività, in cui è rappresentato il viaggio che Maria e Giuseppe intraprendono per raggiungere Betlemme, accompagnati da due maschere tipiche napoletane, Razzullo e Sarchiapone che rappresentano il lato comico della rappresentazione.

Con Peppe Barra la Cantata continua il suo percorso tra tradizione e contemporaneità, una produzione storica di successo del Trianon: rappresentata anche allo Strehler di Milano, in cui si è aggiudicata nel 2004 il premio Eti – gli Olimpici del Teatro come migliore commedia musicale, anche grazie alle scene di Lele Luzzati.

Dopo la “prima” a Natale, lo spettacolo sarà riproposto il 26, 28 e 29 dicembre, l’1 e il 2 gennaio, alle ore 21; le recite pomeridiane saranno proposte alle ore 18 il 28 dicembre e il 3 gennaio.
I prezzi dei biglietti variano dai 10 ai 27 euro.


Amù

Art Moves the World

corsoredattoriweb

A great WordPress.com site

onironaia

Il viaggio non richiede una spiegazione, ma solo dei passeggeri.

deangelislaura85

A fine WordPress.com site

Ginnasio Digitale

The greatest WordPress.com site in all the land!