Archivi del giorno: gennaio 3, 2013

Il Tunnel Borbonico di Napoli apre le porte ai suoi segreti

suburbe-tunnel-borbonico-napoliA Napoli un imperdibile evento nel Tunnel Borbonico; «Speleo», il nome del nuovo itinerario, sarà disponibile da sabato 6 ottobre su prenotazione al costo di 40 euro.

Proposti una serie di itinerari; l’impavido spettatore avrà a disposizione tre percorsi da seguire, quello ‘Standard’ che raggiunge le cisterne dell’acquedotto seicentesco del Carmignano, utilizzate come ricovero durante la guerra, ‘Avventura’ che prevede la navigazione sulla falda acquifera sotterranea di Napoli a bordo di una zattera e, infine, quello ‘Baby’, un percorso adatto sicuramente per le piccole scolaresche.
Nel percorso «Speleo», invece, sarà possibile ricalcare le orme dei «pozzari» ed esplorare i cunicoli dell’antico acquedotto fino a raggiungere le cisterne, ancora parzialmente riempite d’acqua, dove si potranno trovare antichi e misteriosi simboli.

tunnel-borbonico-napoli-ingresso«Passeggiare nel sottosuolo di Napoli è un’esperienza divertente ed indimenticabile – sottolinea Enzo de Luzio dell’associazione ‘Borbonica Sotterranea’ – Il percorso “Speleo” ha una durata di due ore e mezza e ogni partecipante dovrà indossare il caschetto da speleologo con luce incorporata, tuta, guanti e imbracatura».
Accompagnati da speleologi professionisti, chi vorrà avventurarsi nel Tunnel attraverserà le profondità della città, partendo dall’ingresso posto nel vico del Grottone 4, nei pressi di Piazza del Plebiscito.


Il percorso è stato sviluppato nella massima sicurezza;

«Può essere affrontato da chi non è affetto da allergie o claustrofobie – spiega il presidente dell’associazione, Gianluca Minin – Sono ambienti che danno sensazioni forti nel totale silenzio. Silenzio che in una città grande come Napoli rappresenta una vera e propria rarità. Chi visita oggi il Tunnel borbonico prova le stesse emozioni e sensazioni di chi ha lavorato in questi cunicoli due secoli fa.

Uno spettacolo che merita di essere visto dal più alto numero di persone».


Il Tunnel rappresentava una via di fuga per la famiglia reale e, nel corso del tempo, ètunnel-borbonico-napoli-apertura-signori-si-scende stato usato come deposito giudiziario.

Un’evento tutto da godere per chi è curioso di scoprire le profondità nascoste della propria città.

Annunci

Lo Schiaccianoci di Cajkovskij al Teatro di San Carlo a Napoli

teatro-di-san-carlo_napoliProtagonista delle festività natalizie, dal 27 dicembre 2012 al 2 gennaio 2013, l’imperdibile spettacolo teatrale Lo Schiaccianoci di Petr Il’ic Cajkovskij al Teatro di San Carlo a Napoli; un’atmosfera magica ed entusiasmante che farà sognare il cuore di ogni spettatore.

La bellissima opera sarà proposta con le coreografie di Luciano Cannito;lo-schiaccianoci-spettacolo-teatro-san-carlo-napoli direttore artistico del Balletto del Teatro Massimo di Palermo, che ha realizzato nel corso della sua carriera oltre 50 creazioni, rappresentate nei più prestigiosi teatri e festival del mondo come il Metropolitan di New York, La Scala di Milano e l’Orange County Performing Arts Center di Los Angeles. Tra i tantissimi ospiti, vi saranno Giuseppe Picone ed Ambra Vallo, i principali interpreti internazionali del repertorio classico. Dirige Giuseppe Finzi, nominato recentemente Resident Conductor dell’Opera House di San Francisco.

lo-schiaccianoci-spettacolo-teatro-san-carlo-napoli-primaLo schiaccianoci fu proposto su iniziativa di Marius Petipa appoggiato da Petr Il’ic Cajkovskij, compositore musicale dell’opera, realizzata tra il 1891 e il 1892.  Lo spettacolo andò in scena il 18 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, con la coreografia di Lev Ivanov.

La popolarità de “Lo Schiaccianoci” è in parte dovuta a William Christensen, fondatore della compagnia San Francisco Ballet, che importò il lavoro negli Stati Uniti nel 1944.

Lo-Schiaccianoci-teatro-di-san-carlo-napoli-spettacolo-ballettoTale Opera è stata ripresa più volte nel corso del tempo, sia al cinema che nei teatri stessi, con rivisitazioni diverse.

Protagonisti sono il ballo e la musica che lo accompagna, in scene fantastiche e magiche dove corpo e musica si muovono all’unisono sul palcoscenico.

Impossibile, quindi, rimanere impassibili di fronte a tale Opera dallo straordinario successo ottenuto nel corso del tempo.

Una favola che ha coinvolto tutto il pubblico, donando al San Carlo l’assoluto pieno alla prima dello spettacolo.

Tra balletti, musiche, favolosi ospiti d’eccezione, Lo schiaccianoci ed il San Carlo hanno regalato al pubblico una serata genuina ed emozionante.

Per chi ama l’Opera è, quindi, un evento assolutamente da non perdere.

I prezzi dei biglietti oscilleranno dai 20 ai 90 euro e, per le prenotazioni, sarà possibile rivolgersi direttamente al botteghino del teatro.

Inoltre, la compera dei biglietti sarà disponibile dal 1 ottobre 2012. 


corsoredattoriweb

A great WordPress.com site

onironaia

Il viaggio non richiede una spiegazione, ma solo dei passeggeri.

deangelislaura85

A fine WordPress.com site

Ginnasio Digitale

The greatest WordPress.com site in all the land!