L’Artista Vagabondo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quanta purezza c’è in un semplice dipinto con gesso su strada? Diamo voce ai Madonnari.

Siamo i ricchi delle strade. Pane e colori per sorridere alla vita.

Camminando per le strade di Napoli, ingrigite dallo smog e dal frenetico rumorio delle auto, piccoli angoli prendono vita e colore. Un piccolo omino disteso sul ciglio della strada attira la mia attenzione; ha mani e piedi sporchi di colore, sembrerebbe polvere di gesso. Nell’ avvicinarmi, noto un piccolo capolavoro artistico che raffigura una Madonna attorniata da Santi e, ammirandone i tratti ben definiti e un chiaro scuro massiccio, mi perdo nell’opera. Dopo qualche minuto di contemplazione, capisco di essermi imbattuta in un “artista di strada”, detto anche Madonnaro. Non posso far altro che pensare quanta bellezza sia racchiusa in pochi centimetri di strada decorata da immagini sante o intere riproduzioni di quadri famosi delle epoche artistiche passate. Questi, sono semplici artisti che amano disegnare e dipingere in strada dove è più facile richiamare l’attenzione di un piccolo pubblico. Abili in svariate tecniche pittoriche, creano vere e proprie opere d’arte semi-permanenti in quanto, il materiale usato, non è abbastanza resistente da permanere nel tempo. A volte anche dopo qualche giorno o con la pioggia, queste opere sono destinate a svanire, perdendosi per sempre. Il fenomeno dei Madonnari nasce nel 1972 quando, un gruppo di dieci artisti di strada, trovano un luogo in cui poter organizzare eventi annuali grazie al contributo del comune di Curtatone dove si trova, tutt’ora, una vera e propria associazione. Da lì questa, forma artistica, riesce ad espandersi su tutto il territorio nazionale.
L’arte va vissuta a 360° – mi spiega l’artista – Io amo quello che faccio e vorrei che anche le altre persone potessero goderne. Secondo me, a differenza di quello che dice la gente, noi siamo i ricchi delle strade. Come dire, pane e colori per sorridere alla vita! Siamo una sorta di vagabondi dell’arte e cerchiamo di trasmette un messaggio artistico in questo modo. Naturalmente ci sono persone che ci disprezzano o ci definiscono “piaghe” della società, ma noi non siamo mendicanti, siamo solo semplici persone comuni.
Così mi accenna l’artista spiegandomi il suo pensiero sul concetto “di fare arte” al giorno d’oggi. Con il viso sporco di gesso, mi accenna quello ch’è la sua filosofia di vita che lo ha spinto, poi, a far parte di questo “piccolo mondo”.
“Ci sono artisti oggi che con poco impegno e più furbizia, si definiscono Artisti sti Contemporanei. Nulla da togliere a quello che fanno ma credo che, forse, coloro che sono più vicini all’arte un po’ “antica”, siamo proprio noi. Non usiamo computer ne altri vari marchingegni tecnologici per produrre ma, come vedi, ci mettiamo qui in strada a disegnare. Oggi è facile definirsi artisti e tu lo sai meglio di me sicuramente, per questo ho scelto di dedicarmi a questo tipo di cose. C’è senz’altro più passione e più filosofia in un disegno s’un marciapiede che sai che svanirà presto. Naturalmente è un pensiero.” Dice ridacchiando.
Non credo abbia tutti i torti ed è interessante poter vedere una realtà ben diversa da quella che altri etichettano con i soliti stereotipi sociali.
“Ci sono quadri che valgono una fortuna ed io, con pochi centesimi, mi sento fortunato a regalare alla città un piccolo quadro.”
Dopo altri svariati minuti di conversazione, saluto il mio semplice amico con un sorriso e mi congedo.

Annunci

One response to “L’Artista Vagabondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

corsoredattoriweb

A great WordPress.com site

onironaia

Il viaggio non richiede una spiegazione, ma solo dei passeggeri.

deangelislaura85

A fine WordPress.com site

Ginnasio Digitale

The greatest WordPress.com site in all the land!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: